Trasparenza Consiglio Comunale

Compensi dei Consiglieri Comunali M5S

I Consiglieri Comunali di Forlì percepiscono un gettone di presenza di 42,30 euro lordi per ogni Consiglio Comunale o Commissione Consiliare Permanente a cui partecipano indipendentemente dalla durata (le altre Commissioni minori come la Commissione Elettorale o la Conferenza dei Capigruppo sono a titolo gratuito). Solitamente ogni anno vengono convocati più o meno 25-30 Consigli Comunali e 50-60 Commissioni.

Cedolini con dettaglio gettoni di presenza (clicca sull’importo per vedere il dettaglio)

periodo Daniele Vergini Simone Benini
giugno 2019 – ? – € (- € netti) – € (- € netti)

I Consiglieri Daniele Vergini e Simone Benini hanno rinunciato a tutti i privilegi della casta, nello specifico del Comune di Forlì:

Rispetto normativa sulla trasparenza

I Consiglieri del M5S Forlì hanno assolto agli obblighi di legge (D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33) in merito alla trasparenza fornendo la propria situazione patrimoniale e curriculum al Comune che li ha pubblicati in una apposita pagina sul sito istituzionale
[vai alla pagina di Vergini sul sito del Comune]
[vai alla pagina di Benini sul sito del Comune]

Codici etici

I Consiglieri del M5S Forlì hanno aderito al codice etico della Carta di Pisa poi trasformatosi nella Carta di Avviso Pubblico
[atto di adesione Carta di Pisa Vergini] [atto di adesione Carta di Avviso Pubblico Vergini]
[atto di adesione Carta di Pisa Benini] [atto di adesione Carta di Avviso Pubblico Benini]

Dettaglio presenze

Di seguito potete vedere il dettaglio, sempre aggiornato, delle presenze dei nostri Consiglieri in Consiglio Comunale e nelle Commissioni

Fondi del gruppo consiliare M5S

Il gruppo consiliare M5S avrebbe diritto a circa 2000 euro all’anno di fondi “per il funzionamento dei gruppi”, differentemente dai partiti che li utilizzano per le cose più improbabili come comprarsi il PC portatile o l’iphone, oppure per realizzare volantini a spese dei cittadini, noi ci riserviamo di utilizzarli unicamente per eventuali azioni giudiziarie (ad es ricorsi al TAR) per tutelare i diritti dei consiglieri comunali nell’esercizio delle proprie funzioni.