Non-Regolamento del Gruppo di Cittadini “Forlì per le 5 Stelle”

Il presente documento, approvato dall’assemblea ed entrato in vigore il 5 luglio 2013, è stato scritto da (in ordine alfabetico) Luca Coralli, Rubens Gardelli, Samuele Stefanelli, Mattia Sellato, Daniele Vergini e Luca Zanfini.

  1. Oggetto e Finalità. Il presente Non-Regolamento è un insieme minimo di regole di buon senso pensate per iniziare da subito a lavorare sui contenuti tralasciando gli aspetti burocratici tipici di un Regolamento. Il Gruppo di Cittadini “Forlì per le 5 Stelle” ha come finalità quella di garantire uno scambio di opinioni e un confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici, con l’obiettivo di partecipare attivamente alle scelte politiche della città di Forlì attraverso forme di democrazia partecipata/diretta: nel fare questo si ispira ai principi del Non-Statuto, della Carta di Firenze e del Programma Nazionale del MoVimento 5 Stelle, con l’intento di declinarne i temi su base locale.
  2. Validità. Il presente Non-Regolamento entra in vigore dopo essere stato approvato dall’Assemblea e ha validità fino al 31 dicembre 2013.
  3. Assemblea. L’Assemblea è l’unico organo decisionale del Gruppo, si svolge sempre in forma pubblica, è aperta a tutti e trasmessa in diretta streaming (condizioni tecniche permettendo). Le decisioni vengono prese tramite discussione e confronto di idee, sforzandosi di arrivare sempre ad un’intesa comune; nel caso di disaccordi non superabili si procede a votazione a maggioranza relativa o semplice. Non è consentita la delega del proprio voto.
  4. Partecipanti. Possono partecipare alle Assemblee, ai banchetti e alle iniziative del Gruppo tutti i cittadini maggiorenni che si riconoscono nei principi indicati al punto 1 e che si iscrivono al Meetup oppure lasciano il loro nominativo alle Assemblee o ai banchetti. In questa fase non è prevista alcuna distinzione fra simpatizzanti e attivisti, così come non è prevista la figura del portavoce.
  5. Comunicazione Internet. Le piattaforme ufficiali del Gruppo su Internet sono il Meetup (www.meetup.com/Forli-per-le-5-Stelle) e il Forum (www.forliperle5stelle.it/forum), che possono essere considerati come estensioni virtuali dell’Assemblea. In ogni caso potranno essere sfruttate tutte le tecnologie e piattaforme informatiche ritenute di volta in volta più opportune dall’Assemblea.
  6. Gruppi di Lavoro. I GdL sono il vero e proprio motore del gruppo, sono aperti a tutti e chiunque può crearne uno su argomenti di suo interesse e competenza, purché in linea con i principi indicati al punto 1. Ogni GdL ha la responsabilità e l’onere, di fronte all’Assemblea, di relazionare sul lavoro svolto.
  7. Organizzazione. Poiché è difficile gestire come collettivo alcune specifiche mansioni, l’Assemblea può decidere di assegnare a singoli partecipanti alcuni compiti organizzativi: non si tratta di ruoli di potere, ma unicamente di deleghe fiduciarie per specifiche mansioni operative. In ogni caso, questi dovranno sempre rispondere all’Assemblea del loro operato e agire con la massima trasparenza e correttezza. In caso di loro assenza o indisponibilità saranno individuati, sempre dall’Assemblea, i sostituti.
  8. Responsabilità. Non essendo ancora previsto un portavoce, qualunque iniziativa presa a nome del Gruppo deve essere ratificata dal voto dell’Assemblea; in mancanza di ratifica, l’iniziativa è da considerarsi “a titolo personale”. In ogni caso, anche nelle iniziative a nome del Gruppo, dovrà sempre essere indicato il nome di chi ha preparato il comunicato o l’iniziativa. Il firmatario è responsabile in sede civile e penale dei comunicati emessi.