Le frasi contro Anpi del consigliere leghista Lasaponara sono un’evidente disprezzo dei valori della nostra democrazia. Si deve dimettere!

In merito al vergognoso post fatto su facebook e riportato qui di lato, oltre a quanto detto dalla nostra consigliera regionale Silvia Piccinini, sotto riportato, aggiungiamo che ci aspettiamo chiarimenti in consiglio dal Sindaco e dai rappresentanti locali della Lega, perché questi messaggi, non possono essere rappresentativi di una forza che amministra la città, ma soprattutto serve una presa di posizione, sana e robusta, contro simili sciocchezze ed offese alla Resistenza. Riteniamo inoltre che la continua contrapposizione fra ideologie avverse, portata all’esasperazione con questi toni, non serva a nulla e anzi sia particolarmente dannosa in questi momenti di profonda crisi ove i rappresentanti delle istituzioni dovrebbero dimostrare il massimo autocontrollo e portare soluzioni invece di sterili polemiche.

Simone Benini e Daniele Vergini, consiglieri comunali Movimento 5 Stelle Forlì

FRASI CONTRO ANPI DI UN CONSIGLIERE LEGHISTA, PICCININI (M5S): “EVIDENTE IL DISPREZZO DEI VALORI DELLA NOSTRA DEMOCRAZIA. SI DEVE DIMETTERE”
“Il consigliere leghista che ha scritto un post offensivo e delirante sui partigiani dell’Anpi deve dimettersi. È inconcepibile che personaggi del genere continuino ad essere dei rappresentanti delle istituzioni, a qualsiasi livello”.

È quanto dichiara Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo al post pubblicato su Facebook (poi rimosso) dal consigliere comunale di Forlì della Lega, Francesco Lasaponara.

“Purtroppo si tratta dell’ennesimo episodio di intolleranza che arriva da un esponente della Lega. Dopo l’omofobia adesso il loro nuovo bersaglio sembra essere diventata la Festa della Liberazione. A questo punto ci aspettiamo le immediate prese di distanze dei consiglieri regionali leghisti in Assemblea Legislativa delle parole di Lasaponara, oltre alle sue immediate dimissioni dal consiglio comunale di Forlì. Chi non rispetta la Resistenza e i valori che nacquero dal 25 aprile 1945 non può continuare a rappresentare le istituzioni” conclude la capogruppo regionale M5S.

2 commenti all'articolo

  1. Dove è finito il m5s di Casaleggio, quello che mi aveva fatto votare per voi.
    Quello contro l’euro, contro il mes.
    Siete dei buffoni appiattiti al pd e alle oligarchie finanziarie.
    Che schifo!
    Ma il tempo è galantuomo.
    SPARIRETE !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.