La nuova “mattanza” dei conigli del parco è colpa dell’inaccettabile inerzia del Sindaco e dell’Amministrazione

mattanza conigli 2Prendiamo atto con rammarico che il sindaco Drei ha firmato una nuova ordinanza che dispone l’abbattimento dei conigli del parco urbano. La motivazione è l’insorgenza di un nuovo focolaio di mixomatosi, quando quello precedente era stato dichiarato estinto dall’AUSL prima dell’estate.

Ci preme sottolineare come la responsabilità di quanto sta accadendo ricada inevitabilmente sul sindaco stesso, che per Legge è responsabile di tutti gli animali vaganti sul territorio comunale, compresi i conigli del parco.

I forlivesi devono sapere che dopo il tavolo tecnico con le associazioni animaliste tenutosi il 18 luglio scorso, l’Amministrazione non ha preso alcuna decisione o iniziativa in merito, nonostante numerosi solleciti da parte nostra e delle associazioni per la creazione di un piano di corretta gestione degli animali.

Le omissioni ed il disinteresse alla vicenda del sindaco Drei e  dell’assessore competente Samorì hanno lasciato inevitabilmente i conigli nello stesso identico stato di incuria e sovraffollamento nel  quale hanno sempre versato, che favorisce l’insorgere della mixomatosi  la cui conseguenza è la “facile soluzione” della mattanza. Questi  metodi e queste soluzioni non ci appartengono, prendiamo atto che ancora una volta questa Amministrazione ha illuso e preso in giro i cittadini e omesso di accollarsi una responsabilità che gli spettava per Legge.

2 commenti all'articolo

  1. come sempre le solite fantomatiche istituzioni prendono atto e impongono metodologie per risolvere delle problematiche che sono fuori ogni senso logico, ma del resto cosa dobbiamo aspettarci da personaggi che si incollano alle loro poltrone solo per fama e denaro, la loro mancanza di osservazione del mondo che li circonda e la loro inadeguatezza nel risolvere i problemi li porta ad intervenire sempre in maniera estrema e per loro (sopratutto in questo caso) la maniera più rapida per risolvere un problema è una mattanza, e si lo si faceva con i tonni e ora lo si fa con i conigli. probabilmente a questi personaggi non piace vedere degli animali che scorazzano liberi in un parco, a loro sicuramente piacerà vedere tonnellate di cemento gettate nella città per la costruzione di nuovi centri commerciali, o capannoni. quando una giunta comunale e un sindaco impugnano un ordinanza in questa maniera senza chiedere alla popolazione cosa ne pensa allora mi viene da pensare che questa giunta agisce solo in maniera dittatoriale del resto come tutte le giunte comandate dai soliti partiti. io vivo qui a forlì da poche settimane e venire a conoscenza di una tale ordinanza da parte di un sindaco e di un assessore mi RAMMARICA molto e mi fa pensare che fino a quando questi elementi siederanno su quelle poltrone non ci sara soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*