La Giunta Drei governa senza un legittimo Segretario Generale!

10904146_1575808659297552_775598632_n“Il Comune di Forlì si trova in aperta violazione di una norma di legge: il Sindaco non ha disposto la nomina, in sostituzione dell’attuale reggente Dott. La Forgia, del titolare nel ruolo di Segretario Generale Comunale, entro i centoventi giorni massimi previsti dalla data del suo insediamento. I termini sono scaduti e nel frattempo lo stesso La Forgia è stato chiamato a dirimere, a nostro parere in maniera incongrua, parziale e soggettiva, la questione “rotazione del capogruppo” all’interno del gruppo consiliare M5S. Su questa irregolarità della giunta Drei, oltre ad aver informato il Ministero dell’Interno, abbiamo relazionato alla Prefettura di Forlì, sollecitandone l’intervento e non escludendo ulteriori verifiche e prosecuzioni in altra sede di diritto”: con queste parole Daniele Vergini e Simone Benini, in qualità di Consiglieri Comunali di Forlì per il M5S, hanno commentato l’incontro avvenuto la mattina di lunedì 5 gennaio con il Dott. Antonio Giannelli.
“Dal 1 gennaio ci troviamo sicuramente di fronte ad una gravissima inadempienza nella regolarizzazione di ruoli previsti per legge che, se protratta sine die, potrebbe configurarsi come omissione in atti pubblici da parte del Sindaco. Si è altresì determinata in capo al Dott. La Forgia l’attribuzione di una responsabilità che, a nostro parere, doveva essere assegnata in tempo utile ad un Segretario regolarmente iscritto all’albo professionale, non essendo consentito a soggetti non aventi titolo di espletare tali funzioni a tempo indeterminato, in elusione alla specifica temporaneità delle funzioni di reggenza”: aggiungono Daniele Vergini e Simone Benini nel comunicato inviato alla stampa dopo l’incontro, in cui lasciano intendere che il Ministero dell’Interno dovrebbe avviare l’iter per la nomina d’ufficio nel ruolo. “Quello di Forlì è attualmente l’unico caso in Italia di un Comune privo di Segretario Generale titolato a svolgere la funzione, sostituito da un vicario non iscritto all’albo e delegato al ruolo da più dei 120 giorni consentiti! Ci sembra una cosa incredibile e non tollerabile, vista l’importanza di questa figura garante della legalità e correttezza amministrativa” concludono i due pentastellati, che ne approfittano per tornare nuovamente sulla questione della mancata rotazione del capogruppo: “Stiamo contemporaneamente svolgendo verifica di legittimità sul parere fornitoci dal Dott. La Forgia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*