La giunta Drei-Balzani non ama gli animali

CIRCONell’ottobre scorso un diverbio fra animalisti e personale di un circo che si era sistemato nella zona dell’Iper di Forlì ed utilizzava animali esotici, si era concluso con sei persone finite al pronto soccorso dell’ospedale Morgagni-Pierantoni con ferite e contusioni.

Altri episodi analoghi sono scoppiati in tutta Italia, è ormai un triste copione che, quando gli addetti allo spettacolo itinerante vengono a contatto chi non vuole il circo con animali, scoppi inevitabilmente la scintilla: dalle parole si passa ai tafferugli. I circensi non tollerano che si possa o si debba criticare la loro attività.

“Nonostante gli scontri e le polemiche dell’ottobre scorso ritorna a Forlì un circo con altri animali esotici. Già sollecitata in precedenza, la giunta Balzani-Drei poteva vietarne la sosta, ma ha ritenuto opportuno non farlo affatto. Noi prendiamo le distanze da questa scelta, visto che moltissimi Comuni, in ogni regione d’Italia, hanno già vietato la sosta dei circhi con animali nel proprio territorio in seguito ad una risoluzione approvata nel 2012 dalla Regione Emilia-Romagna che ha vietato i circhi con animali esotici; il provvedimento fu proposto dal Movimento 5 Stelle per limitare l’attività di tutti quei tendoni viaggianti che mettono in scena esemplari selvatici, dai rettili ai mammiferi. Niente più elefanti, giraffe, orsi, tigri, foche, elefanti o dromedari… ma come ogni buona iniziativa sembra destinata a rimanere sulla carta, visto che a Forlì gli animali sono nuovamente utilizzati da una compagnia circense per i propri spettacoli”: commenta il Movimento 5 stelle di Forlì con un comunicato stampa.

I pentastellati ricordano che a regolamentare l’impiego di animali nei circhi di tutto il territorio nazionale è la direttiva CITES (ovvero, la Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione), e che, se fosse veramente applicata per quanto riguarda l’idoneità alla detenzione degli animali (gabbie, mezzi di trasporto e cibo), le strutture circensi non sarebbero assolutamente in grado di assicurare i requisiti minimi richiesti. Direttiva che invece si impegna ad attuare il candidato sindaco del Movimento 5 stelle Daniele Avolio una volta eletto in Municipio.

“Il M5S di Forlì – conclude la nota dei pentastellati – è assolutamente contrario a spettacoli che utilizzino gli animali in contesti fuori dal loro ambiente e dalla loro natura. La sensibilità verso i nostri coinquilini del pianeta passa anche per azioni di rifiuto a tali forme barbare di spettacolo e quindi invitiamo i cittadini a boicottarne l’esibizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*