Candidati alle Elezioni Politiche 2018

Nei collegi elettorali di cui fa parte il Comune di Forlì

AlessandroRuffilliM5SAlessandro Ruffilli
51 anni, funzionario pubblico – Curriculum VitaeMi sono laureato a 23 anni, con il massimo dei voti in Economia e Commercio, presso l’Università degli Studi di Bologna. Nel 1989 ho lavorato per un anno presso ATR, l’azienda dei trasporti pubblici forlivese.

A 25 anni vinco un concorso come funzionario a capo di due uffici, presso il Servizio Ragioneria del Comune di Forlì. Erano gli anni di Tangentopoli e dalla mia firma passavano tutti i pagamenti che il Comune di Forlì erogava: un ruolo difficile e delicato. All’epoca, fui sentito come testimone in svariate indagini della Magistratura che coinvolsero vari dirigenti comunali ed aziende esterne. Dal 1991 ad oggi sono stato assegnato a vari uffici all’interno del Comune di Forlì, ricoprendo vari incarichi.

Nel 2013 alcuni imprenditori mi offrirono una tangente per il rilascio di una licenza, tangente che io respinsi con determinazione e, dopo il tentativo di corruzione, li denunciai e da lì andai incontro a pesanti conseguenze personali che cambiarono per sempre la mia vita, cambiamenti che descrivo nel mio libro “Ordinaria Corruzione”.



AnnamariaDeBellisM5SAnnamaria De Bellis
58 anni, architetto – Curriculum VitaeArrivata a Forlì nel 2014 mi sono messa in contatto con il Meetup locale partecipando a tutte le attività sul territorio per promuovere programmi ed iniziative del M5S, contribuendo con le mie competenze e passione culturale a realizzare eventi informativi: ambiente, referendum costituzionale, trasporto pubblico locale, patrimonio culturale.

In qualità di esperta esterna per il M5S seguo la II commissione consiliare del Comune di Forlì per la pianificazione territoriale, urbanistica ed edilizia.

In Parlamento metterei a disposizione il mio impegno e le competenze tecniche maturate con gli studi e le esperienze professionali per rivalutare il nostro patrimonio culturale abbandonato e svilito da scelte politiche scellerate, ben consapevole del suo grande valore come volano dell’economia.



CarloDeGirolamoM5SCarlo De Girolamo
32 anni, docente universitario – Curriculum VitaeDottore Magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche è Dottore di ricerca in Diritto pubblico comparato e dell’Unione europea e Specialista in Diritto e commercio internazionale. Giurista internazionalista e consulente legale. Svolge la libera professione offrendo consulenza stragiudiziale ad enti pubblici e privati in materia di: Contrattualistica internazionale – Diritto societario internazionale – Diritto della concorrenza e contratti di rete – Fiscalità internazionale e dogane – Sistemi di pagamento e recupero del credito nel commercio internazionale.

Professore a contratto all’Università di Bologna dal 2011, insegna Diritto costituzionale comparato nella Scuola di Scienze Politiche (sede di Forlì) ed Elementi di diritto nella Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione (sede di Forlì). In qualità di ricercatore, ha svolto altresì il triennio di ricerca in Diritto Pubblico Comparato delle Regioni ed Enti locali presso l’Università degli Studi di Udine, occupandosi del ruolo degli enti territoriali nelle relazioni internazionali e nei rapporti con l’Unione europea.

Tra i suoi interessi di ricerca vi sono anche la partecipazione delle Assemblee legislative regionali alla fase ‘ascendente’ e ‘discendente’ dell’UE, la legislazione europea in materia di Fondi strutturali comunitari, l’analisi geografica sugli effetti del diritto dell’UE nel riparto competenziale Stato-Regioni, i controlli e poteri sostitutivi dello Stato. Altri filoni di ricerca sono rappresentati da: Fondi strutturali, POR-FESR, finanziamenti europei alle imprese, politiche di coesione territoriale e cooperazione transfrontaliera. E’ stato impegnato in progetti di ricerca nazionali, in particolare con il progetto “Tendenze centripete e centrifughe negli ordinamenti statali dell’Europa in crisi” ha svolto la sua ricerca occupandosi delle riforme in materia di decentramento amministrativo in Francia, concludendola con una pubblicazione di un capitolo di volume edito da Giappichelli.

Attualmente è impegnato in un progetto di ricerca europeo “Jean Monnet” finanziato dalla Commissione europea, sul tema delle “Smart Cities” e delle implicazioni giuridiche della cd. sharing economy applicata al tessuto urbano.
E’ Autore di pubblicazioni scientifiche su temi quali giustizia costituzionale e decentramento amministrativo.