Giovanni Battista Morgagni, un personaggio storico forlivese da valorizzare

Apprendiamo con piacere che nei prossimi giorni sarà presentata l’anteprima nazionale della fiction “Sua Maestà anatomica” che racconta la storia del forlivese Giovanni Battista Morgagni, famoso medico anatomopatologo, padre della omonima scienza contemporanea.

Un’operazione indubbiamente meritoria a cura di Ausl Romagna, Ior, Comune e Fondazione Carisp che però, a ridosso delle prossime elezioni amministrative, ci fa pensare a quanto poco si sia fatto in questi anni per il patrimonio culturale immateriale del nostro territorio, salvo qualche intestazione di piazza o ospedale (che non si negano a nessuno), ma molto altro si poteva e si potrebbe fare per ricordare e raccontare al mondo intero questo importantissimo personaggio della nostra città.

A tal proposito intendiamo anticipare alcune delle proposte presenti nel nostro programma Cultura (che a breve pubblicheremo integralmente), basate proprio sulla figura di Morgagni: intendiamo in primo luogo restaurare la casa di questo illustre, e dimenticato, cittadino forlivese che attualmente versa in uno stato di abbandono, per farne un piccolo museo della sua storia. Vogliamo  inoltre promuovere un Festival delle Scienze Mediche in sua memoria e, sempre ispirandoci a lui, valuteremo se candidare Forlì a Capitale Europea della Scienza.

Riteniamo che la cultura possa essere un volano dello sviluppo economico oltre che un importante collante della comunità forlivese, e per fare questo va valorizzato sia il patrimonio materiale che quello immateriale come Morgagni e gli altri nostri illustri concittadini che hanno trovato il loro posto d’onore nella storia.

 

Nuovo presidio della Polizia Municipale in centro, una proposta del M5S

Notiamo con piacere che l’Amministrazione intende aprire un nuovo punto di presidio della Polizia Municipale in centro storico. Tale proposta era il secondo punto del nostro programma sicurezza, presentato due mesi fa che, a quanto pare, è diventato fonte di ispirazione per l’attuale giunta. Approfittiamo quindi per ricordare che ci sono ancora altri 9 punti nel caso vogliano prendere spunto anche per qualcos’altro.

Si sottolinea infine come il M5S sia attualmente l’unica forza politica ad avere un programma elettorale, che stiamo presentando da ottobre online e nei nostri eventi nei quartieri, un programma creato in modo partecipato, dal basso, nelle nostre riunioni aperte a tutti i cittadini.

Per visionare il nostro programma completo sulla Sicurezza
accedi alla pagina del programma Amministrative 2019
volantino con le principali proposte:
sicurezza 2019

 

Nuova tappa di “Movimento in Ascolto”, l’assemblea itinerante del M5S tra i quartieri per raccogliere i problemi dei cittadini appuntamento venerdì 18 gennaio con Villafranca, S.Martino in Villafranca, S.Tomè e Branzolino

In mezzo alla gente, tra i problemi dei cittadini. E’ questo “Movimento in Ascolto”, l’assemblea itinerante del M5S di Forlì all’interno dei quartieri, nata per dare voce a chi abita luoghi troppo spesso dimenticati dai partiti e dalle istituzioni locali. L’appuntamento è domani (venerdì 18 gennaio) alle ore 21 nella sala della pizzeria T’Imballo in via Lughese 242. I consiglieri del M5S al Comune di Forlì, Daniele Vergini e Simone Benini, incontreranno i cittadini dei quartieri Villafranca, S.Martino in Villafranca, S.Tomè, Branzolino. Vogliamo ricordare che il M5S si è battuto lo scorso anno contro il progetto di una enorme “vasca di laminazione” che il Consorzio di Bonifica aveva intenzione di costruire nella zona, destando enorme preoccupazione fra gli abitanti del quartiere riguardo ai previsti espropri di un gran numero di campi coltivati. Il progetto, ora, pare essersi arenato, sostituito da una più logica manutenzione straordinaria dei canali. L’incontro di domani (venerdì) sarà, comunque, l’occasione per fare il punto anche sulla questione. Nel corso della serata gli abitanti potranno, inoltre, segnalare tutte le criticità presenti nel loro quartiere. Mentre i consiglieri Vergini e Benini illustreranno le proposte contenute del Programma del M5S per le elezioni comunali di maggio. Perché l’obiettivo del M5S è quello di far “Rinascere Forlì” e riportarla a quel ruolo di “Città territorio” che aveva fino a qualche anno fa quando era riconosciuta come il vero capoluogo della Romagna.

Movimento 5 Stelle di Forlì

 

Cerchiamo rappresentanti di lista per le elezioni comunali ed europee del 26 maggio 2019

rappresentanti-di-lista-2019Il M5S cerca rappresentanti di lista per le elezioni comunali ed europee del 26 maggio 2019!

Il 26 maggio si terranno le elezioni europee in tutto il territorio nazionale ed in alcuni comuni, compreso Forlì, anche le elezioni comunali. Dona anche tu un po’ del tuo tempo al MoVimento ed alla collettività per controllare la correttezza delle operazioni di spoglio!

Se hai già fatto il rappresentante di lista a Forlì e nei 14 comuni del comprensorio forlivese verrai ricontattato qualche mese prima delle elezioni e quindi non devi fare nulla, se invece vuoi dare una mano per la prima volta

CLICCA QUI E ADERISCI SUBITO

Compilando il modulo potrai dare la tua disponibilità come rappresentante di lista per uno dei 30 comuni della provincia di Forlì-Cesena.

Cosa fa il rappresentante di lista? Cura essenzialmente gli interessi del soggetto politico, vigilando che tutte le operazioni di voto al seggio ed in particolare gli scrutini finali si svolgano in maniera regolare e conforme alla legge. Non è nulla di complicato ed è assolutamente alla portata di chiunque.

Ricontatteremo telefonicamente tutti coloro che daranno la propria disponibilità.

Saranno organizzate delle serate informative per spiegare i vostri compiti, i dettagli saranno forniti in seguito.

Ricordiamo infine alcune cose importanti:
1) l’attività NON è retribuita
2) i rappresentanti di lista dipendenti possono essere esonerati dal lavoro, nel lunedì successivo alle votazioni, previa certificazione del presidente del seggio
3) è possibile nominare per Legge solo rappresentanti residenti all’interno del collegio elettorale quindi bisogna essere residenti a Forlì. In via residuale sono nominabili anche coloro che sono residenti nelle regioni della circoscrizione per le votazioni europee (Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Veneto) ma potranno presenziare solo allo scrutino delle europee
4) ai nostri rappresentanti di lista chiediamo di svolgere realmente il ruolo, quindi di rinamere fino al termine dello scrutinio finale.

Vi preghiamo di fare passaparola e condividete questo appello il più possibile. Grazie a tutti.

 

Il Comune dà il via alla rimozione dell’amianto dall’aula magna del Liceo Classico. Il M5S vince la sua battaglia: “finalmente”

sala-icaro-870x535Finalmente il Comune si è convinto e, dopo le nostre continue segnalazioni, ha predisposto la rimozione dell’amianto dall’aula magna del Liceo classico. E’ stata, però una battaglia dura, iniziata nel marzo del 2017 con un’interrogazione in Consiglio comunale, seguita da un esposto in Procura. E proseguita nonostante le accuse lanciateci dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pd, Drei di “creare inutili allarmismi” e risposte del tipo “la superficie danneggiata è limitata, quindi senza obbligo di rimozione”. Ma ora, forse anche per quei documenti ufficiali, da noi forniti, in cui si evidenziava come la Provincia considerasse gli interventi di bonifica “essenziali a garantire la salute e sicurezza degli utilizzatori”, possiamo dirlo: ce l’abbiamo fatta. Il Comune di Forlì ha, lo vogliamo ribadire, finalmente, stanziato i 30.000 euro necessari per bonificare il pavimento con colla contenente amianto dei corridoi di accesso alla sala Icaro, appunto l’aula magna del Liceo Classico.

SICUREZZA NELLE SCUOLE, ECCO IL PROGRAMMA M5S
Una cosa è certa: se i forlivesi, col voto di maggio, decideranno di mandarci alla guida della città una delle priorità sarà proprio quella di verificare lo stato di tutti gli immobili comunali, a partire dalle scuole, con la rimozione di tutte le strutture anche solo a rischio amianto. Non possiamo assolutamente permettere che i nostri ragazzi, che sono il nostro futuro, siano anche solo a rischio. Abbiamo inoltre in programma tutta una serie di iniziative per affrontare con maggiore decisione il problema amianto, a partire da un’informazione capillare alla cittadinanza sui pericoli e rischi per la salute connessi all’amianto. Fino ad arrivare ad una mappatura aerea tramite droni di tutto il territorio comunale, e il reperimento di appositi fondi europei per agevolare le bonifiche, anche a privati. Le soluzioni per affrontare la piaga dell’amianto esistono e anche le risorse economiche, quello che è mancato all’attuale amministrazione è la volontà e la capacità politica di farlo.

Daniele Vergini e Simone Benini, consiglieri del M5S per il Comune di Forlì

La nostra interrogazione nel 2017:

 

Dal centro alle periferie regna totale l’abbandono delle aree verdi: dopo il Parco della Resistenza lasciato nel degrado ecco il Parco delle Stagioni “regalato” a tossici e vandali! Col M5S queste oasi cittadine torneranno a vivere

castello transennatoDal centro, alle periferie è tutto un susseguirsi di parchi degradati, sporchi, abbandonati: vero e proprio emblema del disinteresse dell’amministrazione Drei per la città. E tutto questo nonostante, da tempo, segnaliamo, anche pubblicamente, sul nostro profilo facebook oltre che direttamente al Comune, visto il poco spazio che ci dedicano i giornali locali, questo stato di cose. Così, dopo la denuncia dello scorso novembre sullo stato di abbandono in cui versa il parco della Resistenza, in pieno centro storico, eccone prontamente un’altra. Stavolta relativa al degrado in cui si trova il parco delle Stagioni di via Curiel, nel quartiere Ca’ Ossi.

A lanciarla è il nostro attivista Eugenio Cirincione, che, dopo aver ricevuto varie segnalazioni da parte di forlivesi irritati e sfiduciati, nei giorni scorsi ha effettuato diversi sopralluoghi all’interno dell’oasi verde riscontrando parecchie criticità che, anche in questo caso, come M5S, abbiamo provveduto a segnalare al Comune.

Ma quello che più rattrista ed indigna di questa situazione è constatare come un vero e proprio centro di aggregazione per cittadini di tutte le età, nonché spazio per l’organizzazione di eventi, si sia trasformato, per il menefreghismo di chi amministra la città, in luogo di ritrovo per tossicodipendenti e vandali di ogni risma. Serrature dei cancelli d’ingresso forzate, reti di recinzione bucate da chi penetra all’interno di notte, sono il risultato di mesi e mesi di abbandono. Eppure basterebbe poco, sarebbe sufficiente incaricare un custode di occuparsi dell’apertura e chiusura dei cancelli, e magari anche del controllo dell’area.

Entrando, ad esempio, dall’ingresso che si affaccia su via Curiel si può notare le condizioni di degrado del “castello” giochi, una volta luogo di ritrovo per bambini e genitori. Tra l’altro unica struttura ludica presente nel parco visto che le altre sono inagibili o inutilizzabili, come nel caso dell’unica altalena, da tempo senza sedili.
Senza parlare poi del “percorso vita”, ormai dismesso, di cui restano solo alcuni “relitti” in legno a seguito della distruzione di numerose “tappe”, e quelle poche ancora rimaste sono traballanti e pericolose. Ma non finisce qui. Il campo da bocce è talmente malridotto da somigliare più ad un campo di patate. Nel corso delle loro scorribande i vandali non hanno risparmiato nemmeno il gazebo rimasto senza pareti in legno e senza luce al neon e con l’impianto elettrico penzolante.

Delle varie fontane ne è rimasta attiva solo una, le altre hanno le tubature distrutte. In cattivo stato anche lo sgambatoio per cani, senza acqua, e che in passato è stato teatro di ferimenti per qualche amico a quattro zampe sui recinti non correttamente manutenuti: nemmeno le proteste e le segnalazioni dei proprietari sono servite a convincere il Comune a risolvere il problema costringendo i cittadini al “fai da te” per tamponare il problema con rimedi di fortuna.

Insomma, ci manca solo che, a causa dell’incuria, si staccassero dei rami degli alberi e finissero addosso a qualche malcapitato. Ebbene, sì: è accaduto anche questo. Tempo fa un ramo di grosse dimensioni di un pioppo, che non era stato opportunamente potato, è precipitato sfiorando una persona che si trovava seduta su una panchina.

Una cosa, comunque, è certa: se i forlivesi ci daranno fiducia alle elezioni comunali sarà nostra cura evitare che i parchi e le aree verdi, sia in centro che in periferia, vengano dimenticate ed abbandonate dall’amministrazione comunale. Come, purtroppo, è successo fino ad oggi.

Movimento 5 Stelle di Forlì

 

Torna “Babbo Natale crede a te”

nataleDopo il successo dell’anno scorso torna anche quest’anno “Babbo Natale crede a te”, l’iniziativa del MoVimento 5 Stelle del MeetUp Amici di Beppe Grillo di Forlì, con cui, oltre a fare gli auguri a tutti i cittadini, si intende promuovere la buona pratica del riciclo e del riuso, con lo scopo di ridurre gli sprechi ed i rifiuti.

Abbiamo lanciato un appello a coloro che avevano in casa oggetti vari: libri, giocattoli, ecc.. che non usavano più, e che probabilmente stavano solamente occupando spazio in soffitte e ripostigli, ma che avrebbero potuto risorgere a nuova vita e far felice un bambino o un’altra persona. Abbiamo raccolto questi oggetti per affidarli ai Nostri Babbi Natale che, con l’aiuto dei loro fidati Folletti, si preoccuperanno di impacchettarli e regalarli a chiunque vorrà riceverli il pomeriggio del 23 dicembre in un apposito banchetto in Piazza Saffi dalle ore 15:00 alle 19:00. Siete tutti invitati!

Auguri di buone feste!

Movimento 5 Stelle Forlì

 

Terza tappa di “Movimento in Ascolto” l’assemblea itinerante del M5S nei quartieri per raccogliere i problemi dei cittadini. Appuntamento Giovedì 20 dicembre a Ca’ ossi e Resistenza

volantino Cà Ossi fronteIn mezzo alla gente, tra i problemi dei cittadini. E’ questo “Movimento in Ascolto”, l’assemblea itinerante del M5S di Forlì all’interno dei quartieri, nata per dare voce a chi abita luoghi troppo spesso dimenticati dai partiti e dalle istituzioni locali. Terzo appuntamento, giovedì 20 dicembre, alle ore 21:00, presso la Sala di via Curiel, 51 al Centro commerciale (piano rialzato). I consiglieri del M5S al Comune di Forlì, Daniele Vergini e Simone Benini, incontreranno i cittadini dei quartieri Resistenza e Ca’ Ossi. Interverrà anche un attivista che, con foto e video, denuncerà lo stato di abbandono in cui versa, ormai da tempo, il Parco delle Stagioni di via Curiel.
Nel corso della serata gli abitanti potranno segnalare tutte le criticità presenti nel loro quartiere. Mentre Vergini e Benini illustreranno le proposte contenute del Programma del M5S per le elezioni comunali 2019. Perché l’obiettivo del M5S è quello di far “Rinascere Forlì” e riportarla a quel ruolo di “Città territorio” che aveva fino a qualche anno fa quando era riconosciuta come il vero capoluogo della Romagna

Movimento 5 Stelle di Forlì