Arrestato Tiziano Marchi ex assessore della giunta Masini, M5S: “Serve un rinnovamento della classe politica in Italia ed anche a Forlì”

“La notizia dell’arresto in flagranza di reato di Tiziano Marchi, ex assessore socialista al Comune di Forlì nelle giunta di centrosinistra dal 2004 al 2009 ed ex consigliere di amministrazione di Unica Spa e vicepresidente di Unica Reti Spa è di una gravità senza precedenti. Non tanto perchè accertata dall’occhio impietoso delle telecamere, quanto perchè colpisce una persona che rappresentava il potere, per la sua stessa provenienza politica, la logica della spartizione del potere con le cosiddette quote politiche: socialista di area socialista e in questa veste inserito nelle giunte degli anni 2000”: a commentare a notizia sono Daniele Vergini e Simone Benini, consiglieri comunali del Movimento 5 stelle di Forlì. I due pentastellati riprendono, per l’occasione, la frase del giudice Piercamillo Davigo, consigliere presso la Cassazione e nuovo presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, diventato lo spauracchio del governo dopo la sua intervista al Corriere della Sera in cui attacca corrotti e la corruzione che ormai permea la classe politica traghettata con il vizio delle “mazzette” dalla prima alla seconda repubblica. “Soltanto il Movimento 5 Stelle chiede ai propri candidati di non aver mai riportato sentenze di condanna in sede penale, anche non definitive. Gli altri partiti, Pd in prima fila, accettano anche pluripregiudicati e condannati in primo, secondo grado ed anche in via definitiva. E non fa eccezione il premier Renzi che da pochi giorni governa con il sostegno di Denis Verdini, un condannato per corruzione e già rinviato a giudizio per finanziamento illecito e truffa, per truffa e bancarotta, per concorso in corruzione e altre accuse in altri procedimenti. Serve un cambio di passo e soprattutto… un cambio di classe politica”: concludono Daniele Vergini e Simone Benini, consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Forlì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*