Applicare subito la revoca dell’incarico al direttore generale chiesta dall’Anac

Apprendiamo da notizie di stampa che il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone ha chiesto al comune di Forlì di prendere gravi provvedimenti che potrebbero e dovrebbero portare all’allontanamento dell’attuale direttore generale Vittorio Severi. Molte cose ci stupiscono di questa vicenda e nessuna di queste è lusinghiera nei confronti dell’attuale amministrazione. Perché si è saputo solo oggi della comunicazione dell’Anac? Pur essendo datata 8 maggio e protocollata dal Comune il 16 maggio nessuno all’interno dell’amministrazione comunale ne ha mai parlato. Perché il Consiglio comunale, ancora in carica, non è stato messo al corrente del fatto che l’Anac non nutre alcun rapporto di fiducia nei confronti dell’attuale direttore generale del Comune di Forlì? Il sindaco ancora in carica intende dire qualcosa o vuole semplicemente ignorare la questione?

Ricordiamo che gli uffici comunali stanno continuando a lavorare in questi giorni, e a capo di essi c’è proprio Vittorio Severi. L’apparato burocratico del Comune di Forlì, che ha affrontato con qualche “inciampo” la grave crisi dell’esondazione del fiume Montone a Villafranca, era a conoscenza del fatto che vi sono seri dubbi in merito alla limpidezza del vertice burocratico dell’ente? Tutto questo è inaccettabile! L’Amministrazione aveva il dovere di informare i consiglieri comunali e la città tutta di questa situazione e, soprattutto, doveva prendere tempestivi e rapidi provvedimenti nei confronti di questo dirigente. Ma come sappiamo il Pd, purtroppo, è troppo tenero nei confronti di fenomeni quali la corruzione, mentre per il Centrodestra questo problema nemmeno esiste.

Quindi mentre le altre forze politiche tacciono, ancora una volta noi del MoVimento 5 Stelle ci sentiamo in dovere di rivolgere la nostra attenzione alla questione morale, dimenticata da tutti i partiti. Siamo la forza politica che ha adottato la legge “Spazza Corrotti” e non riteniamo accettabile questo silenzio, se vogliamo mantenere intatta la credibilità delle istituzioni non può esserci nemmeno il dubbio di gravi condotte sui massimi dirigenti comunali, il sindaco Drei dovrebbe quindi applicare immediatamente la revoca suggerita dall’Anac, o quantomeno Severi dovrebbe fare autonomamente un passo indietro. Se saremo al governo della città questa revoca sarà il primo provvedimento che firmerò, è ora di cambiare questa città, ma per davvero!

Daniele Vergini, candidato sindaco M5S Forlì

Di seguito l’articolo apparso sul Resto del Carlino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.