Resoconto Consiglio Comunale n°3 del 29 luglio 2019

Ordine del giorno e delibere
Principali voti ed interventi del M5S nel Consiglio Comunale in ordine cronologico

INTERROGAZIONE “QUESTION TIME” SU CREDITO CON L’UNIONE DEI COMUNI [scarica testo]
a risposta è stata non soddisfacente

è intervenuto il consigliere Simone Benini

INTERROGAZIONE “QUESTION TIME” SU SOPPRESSIONE ANOMALE DI UN CANE DEL CANILE [scarica testo]
rinviata

DELIBERA SU ASSESTAMENTO DI BILANCIO
voto M5S in consiglio: non abbiamo partecipato al voto
esito: approvata

DELIBERA SU ISTITUZIONE COMMISSIONE D’INDAGINE SUGLI AFFIDI DEI MINORI
voto M5S in consiglio: favorevole
esito: approvata

è intervenuto il consigliere Daniele Vergini

MOZIONE SULL’EMERGENZA CLIMATICA
voto M5S in consiglio: favorevole (abbiamo ritirato la nostra mozione e approvato quella condivisa con tutto il consiglio)
esito: approvata

è intervenuto il consigliere Daniele Vergini

Si ringrazia Roberto Quarneti per le riprese video

 

Caso amianto al mercato ortofrutticolo di via Gerolimini risolto grazie al M5S

“Finalmente, in seguito alle nostre segnalazioni e denunce di qualche mese fa, la copertura in amianto del parcheggio di via dei Gerolimini, adiacente al mercato ortofrutticolo, è stata bonificata”, esultano i consiglieri del M5S Daniele Vergini e Simone Benini.

“E’ ormai da tempo noto a tutti che la presenza delle fibre di amianto nell’ambiente comporta inevitabili danni a carico della salute, anche in presenza di pochi elementi fibrosi.
L’amianto è un agente cancerogeno e quindi non ci si può scherzare: la precedente amministrazione comunale sembra però averlo fatto per anni, incurante del fatto che a pochi passi ci fosse una scuola, senza preoccuparsi che sotto quella tettoia stazionassero cassette di frutta e verdura pronte a trasferirsi sulle nostre tavole, e ignorando segnalazioni dei cittadini e gli obblighi di legge!”

“Indipendentemente dal fatto che si sia “scherzato” o “dormito”, è triste che per risolvere il problema si siano reso necessario alzare i toni da parte nostra, e addirittura l’intervento di “Striscia la notizia”: abbiamo segnalato e sollecitato una, due, mille volte e, alla fine, siamo riusciti nel nostro intento. L’amianto è stato bonificato!”

“Alla nuova amministrazione chiediamo più concretezza nel contrasto a queste situazioni di pericolo per la salute pubblica, e se così non sarà state pur certi che ci sarà sempre il M5S dalla parte dei cittadini”, concludono gli esponenti pentastellati.

 

Uscita dall’Unione dei comuni: poche chiacchiere, vogliamo i fatti!

Fa sicuramente piacere che la nuova maggioranza di Centrodestra abbia “preso a prestito” dal nostro programma elettorale l’uscita del Comune di Forlì dall’Unione dei Comuni, eravamo infatti noi gli unici ad averlo messo nero su bianco e gli unici ad averlo detto da più di 5 anni. Ma riscontriamo qualche incongruenza fra quanto esternato dai componenti della giunta: il vicesindaco Mezzacapo ha dichiarato qualche giorno fa con grande enfasi l’intezione di uscire, mentre apprendiamo oggi che Zattini avrebbe “tranquillizzato” gli altri sindaci dell’Unione che non se ne parla prima del 2021… già un’altra retromarcia dopo quella sull’emergenza climatica?! Speriamo proprio di no… è ora di passare dalle chiacchiere ai fatti, che si porti al voto la delibera di recesso dall’Unione entro la primavera, o sarebbe l’ennesima presa in giro! E nel frattempo il Comune di Forlì dovrebbe già ora non rinnovare la convenzione del servizio di Polizia Municipale per avere finalmente mano libera e incrementare l’organico dei vigili almeno per il nostro comune, per contribuire alla sicurezza dei forlivesi. Noi questo lo avremmo fatto se fossimo stati al governo della città e ce lo aspettiamo da chi non voglia fare solo chiacchiere.

Daniele Vergini e Simone Benini consiglieri comunali M5S Forlì

 

Il Centrodestra si rimangia la promessa e non riconosce l’emergenza climatica

Mentre è notizia di oggi che a Pescara numerose persone ferite si sono recate al pronto soccorso perchè colpite da grandine grossa come arance, la nuova maggioranza di fatto nega l’esistenza di un’emergenza climatica, e si rimangia in tempo record le promesse elettorali di solo poche settimane fa quando il sindaco Zattini aveva sottoscritto davanti ai ragazzi del movimento Fridays For Future la promessa di dichiarare l’emergenza climatica. I ragazzi, che si sono sempre distinti in questi mesi per azioni dimostrative di sensibilizzazione come raramente si era visto prima d’ora nella nostra città, avevano proposto a tutti i consiglieri una mozione durante il flash mob tenutosi in concomitanza con il primo consiglio comunale, ma solo noi del M5S l’abbiamo presentata tale e quale. Nella mozione, completamente diversa, proposta della maggioranza di Centrodestra vengono invece elencate solo poche e marginali azioni, e addirittura si sollevano dubbi sulla natura antropica del cambiamento climatico citando il Prof. Franco Prodi, risulta quindi ora chiarissimo da che parte si sia posta l’attuale maggioranza, ma perchè non l’hanno detto prima del voto?!… Deludente anche la mozione proposta dal Pd, anche questa completamente riscritta in modo più annacquato, spostando l’obiettivo di zero emissioni al 2050 (contro il 2030 proposto dai ragazzi), e senza alcun riferimento al verde pubblico e ad altri temi proposti dai ragazzi.

Daniele Vergini e Simone Benini consiglieri comunali M5S Forlì